Nuovo presidente eletto dall'Assemblea

"Un Plr né estremista né conservatore"

Ieri l'assemblea del Plr di Biasca ha eletto Luigi Rossetti  alla presidenza della locale sezione liberale radicale.

La sezione Plr di Biasca ha un nuovo presidente. Ieri sera, alla "Casa del Cavalier Pellanda di Biasca, l'assemblea liberale radicale, presieduta dall'ex Sindaco Jean Francois Dominé, era riunita per designare il successore alla guida della locale sezione di Mirco Locatelli, che dal 2007 alla guida del Plr biaschese.  

A succedere a Locatelli è stato Luigi Rossetti, un passato da presidente di Glrt e ben 24 anni in Consiglio comunale, eletto all'unanimità dall'assemblea.

Il neopresidente nel suo intervento in sala ha detto chiaramente che il Plr non è né una forza estremista, né conservatrice e che per il futuro il Plr di Biasca dovrà aprirsi di più, magari avvicinando anche quei naturalizzati che potrebbero essere interessati alla vita politica, prima che su questo fronte si muovano altre forze politiche. Un interveno quello del neo presidente, che ha manifestato sicuramente u certo dinamismo e che ha chiarto l'intenzione della nuova dirigenza della sezione di mantenere il Plr la forza politica di maggioranza relativa e più dinamica a Biasca, come lo è dagli anni '50.

Ad accompagnare il presidente Rossetti nella sua conduzione ci srà la vicepresidente Simona Petrucciani, la segretaria Linda Fraquelli, oltra ai membri di comitato Daniele Dell'Agnola,  Andrea Grassi, Tiziano Lüthi, Paolo Signorelli e Michela Vetti, i municipali, il sindaco Loris Galbusera, Joël Rossetti e il granconsigliere Omar Terraneo e il capogruppo in Consiglio comunale  Mirko Locatelli.

Presenti all'assemblea di Biasca anche il vicepresidente cantonale del Plr Nicola Pini, il segretario Andrea Nava.

A seguire l'assemblea nella suggestiva cantina della Casa del Cavalier Pellanda si è tenuto un ricco aperitivo, con prosciutto cotto fresco, e pietanze varie, molto apprezzate da tutti. 

 

Fonte TicinoToday, 15.12.2016

http://ticinotoday.ch/content/un-plr-n%C3%A9-estremista-n%C3%A9-conservatore