Pranzo d'autunno 2017

 

 

 

 

 

Grande successo per il “Pranzo d’autunno” a Biasca

Domenica 15 ottobre si è svolta la prima edizione del “Pranzo d’autunno”, promossa dalla sezione del PLR di Biasca. All’evento hanno partecipato un centinaio di persone che, dopo aver sorseggiato un bicchiere di vino allietate da uno splendido sole autunnale, hanno potuto degustare un buon piatto di 'pomm e lüganigh' (patate e luganighe) corredato da formaggi nostrani e svariati dessert all’interno del salone Olimpia, ritrovo storico della sezione biaschese. Proprio su questa risposta molto positiva dell’elettorato ha insistito il presidente Luigi Rossetti: “stiamo infatti lavorando per consolidare il rapporto tra la popolazione e la sezione, in particolare in questo periodo in cui non vi è campagna elettorale; queste occasioni conviviali diventano veramente un’opportunità di incontro, in cui coltivare delle relazioni e al contempo si rivelano anche dei momenti privilegiati nei quali l’elettorato può conoscere meglio i nostri municipali e consiglieri comunali”. Nell’eterogeneità dei partecipanti è emerso anche un incoraggiante incremento della presenza giovanile; si tratta di un altro grosso obiettivo del comitato, che intende coinvolgere maggiormente questa importante fascia della popolazione.

Per quanto concerne la parte ufficiale della giornata: dopo il discorso d’apertura di Rossetti, i presenti hanno avuto la piacevole sorpresa di ricevere i saluti dal neoconsigliere federale Ignazio Cassis, il quale, in un breve video, si augura che la sua recente elezione “sia anche una specie di 'iniezione di richiamo' per il nostro partito, che lo aiuti a trovare lo slancio necessario in vista delle elezioni cantonali del 2019”. 

In seguito, dopo l’intervento del sindaco Loris Galbusera il quale ha portato anche il saluto dei municipali Omar Terraneo e Joel Rossetti, hanno preso la parola altri due illustri ospiti: il presidente cantonale Bixio Caprara e il deputato a Berna Giovanni Merlini.

Riallacciandosi al discorso di Cassis, Caprara ha avvertito che “nonostante l’ottimo risultato di settembre, la strada per il 2019 è ancora molto impervia e bisogna stare attenti perché chi ha eletto un consigliere federale, nelle successive elezioni cantonali ha sempre perso”; il partito dovrà quindi lavorare bene, partendo, afferma il presidente cantonale, proprio dal Comune e dalle persone “che non si chiedono cosa possono guadagnare dalla politica, ma s’impegnano per migliorare le cose”. 

Dal canto suo Merlini ha proposto un’articolata riflessione inerente alla recente iniziativa popolare “No Billag”, mettendo in guardia come tale iniziativa “avrebbe conseguenze fatali per le minoranze linguistiche e per la coesione nazionale”. Secondo il deputato l’iniziativa abolirebbe i finanziamenti alle televisioni e ai canali radiofonici di Stato attuando di fatto una “desertificazione mediatica” che porterebbe a una sicura perdita di qualità e soprattutto andrebbe a minare un servizio importantissimo per la coesione e la convivenza nazionale. Infatti Merlini ha ricordato che i media statali offrono un servizio imparziale e attento alle minoranze culturali, nonché ha ribadito che il cittadino ha diritto a un’informazione di qualità.

La festa si è poi protratta fino a pomeriggio inoltrato tra brindisi e musica. Il comitato PLR di Biasca ringrazia tutti i collaboratori e i partecipanti per la buona riuscita della giornata e vi dà appuntamento all’assemblea della sezione del prossimo 23 novembre 2017.

Andrea Grassi 

 

Vedi le foto nella galleria.